Covid, rischio focolaio a Cosenza

I 9 contagiati appartengono allo stesso nucleo familiare. Sono asintomatici e sono stati posti in quarantena. Il sindaco Occhiuto: manterremo situazione sotto controllo

Si espande il focolaio di Covid divampato a Cosenza. Anche alcuni familiari della bambina di quattro anni ricoverata all’Annunziata per sottoporsi a un intervento chirurgico, e per questo sottoposta al tampone che ha dato esito positivo, sono risultati a loro volta contagiati dal virus.

L’esito delle analisi svolte sui campioni prelevati dalla task force dell’Azienda Sanitaria Provinciale guidata da Mario Marino, direttore del dipartimento Prevenzione dell’Asp bruzia, ha rivelato così la presenza di altri otto soggetti affetti dal Covid 19.

Le persone appartengono alla comunità africana di Cosenza ed erano tutte entrate in contatto con la famiglia della bambina di origini senegalesi ricoverata all’Annunziata.

Aumenta dunque considerevolmente il numero di persone contagiate nel capoluogo cosentino. Nel complesso sono adesso nove, tutte appartenenti al medesimo nucleo familiare. Sono tutte asintomatiche e poste in quarantena domiciliare obbligatoria.

Con un post su Facebook interviene anche il sindaco, Mario Occhiuto: “Sono stato avvisato del fatto che altri otto nostri concittadini della comunità africana cosentina sono risultati positivi ad un primo test Covid19. Sono in costante contatto con gli uffici dell’Asp per assicurarmi che la situazione rimanga sotto controllo come avvenuto per i pochi precedenti casi occorsi in città”.