Pronto un documento per chiedere a Di Natale di scendere in campo

Gran fermento attorno al consigliere provinciale e presidente del consiglio comunale di Paola

Lo slogan “dell’avventura” sarebbe già pronto (la Migliore Calabria). E ovviamente anche il motore propulsore, la “benzina” e cioè il rinnovamento. E come potrebbe essere diversamente per Graziano Di Natale, consigliere provinciale di Cosenza e presidente del consiglio comunale di Paola. Da qui all’ufficialità della sua candidatura per il consiglio regionale mancherebbe davvero poco se è vero come è vero che proprio in queste ore sta nascendo un movimento di amministratori e sindaci e consiglieri comunali della provincia di Cosenza a suo sostegno. Della serie, stanchi della politica e dei regnanti di Calabria ci tuffiamo pure noi e proviamo a cambiarle le cose. E questo “mondo” avrebbe individuato proprio in Graziano Di Natale un possibile referente, un possibile terminale. Dal Tirreno al Pollino passando per lo Jonio non sono pochi i sindaci che avrebbero deciso di puntare su Di Natale per il consiglio regionale. Presidente del consiglio comunale di Paola, ex presidente della Provincia e oggi consigliere provinciale Di Natale, così giura chi gli sta attorno, ha sempre lavorato a fianco degli amministratori più periferici. E i numeri dell’ultima consultazione provinciale gli hanno dato ragione se è vero come è vero che è risultato ancora una volta il più votato con la tecnica del consenso ponderato. Un consenso stratificato attorno a Di Natale che ora sarebbe pronto e maturo per la sfida del consiglio regionale. Sarebbe pronto infatti un documento, siglato da sindaci e consiglieri, con all’interno appunto la richiesta a Di Natale di scendere in campo. Documento tra l’altro sottoscritto anche da professionisti, mondo della sanità e della scuola. Un documento, e una richiesta, a cui sarà difficile da parte di Di Natale rispondere negativamente. Con un unico punto interrogativo sullo sfondo però. Con quale lista la discesa in campo di Di Natale verso il consiglio regionale? Le “offerte” non mancherebbero ma ancora pochi giorni e niente sarà più misterioso. Di certo attorno a Di Natale il fermento è “maturato”…

I.T.