Pd, e all’improvviso Oddati non chiude alle primarie

Sarà pure un semplice post, uno dei tanti a “barriera” rispetto agli attacchi local. Ma Nicola Oddati, lui l’estensore social con sorpresa al seguito, è quello che dalla segreteria nazionale del Pd per primo si è preso la briga di chiudere a Oliverio. Cambiando persino postura e smorfie del viso. Della serie, Roma non lo vuole ricandidare. È seguita la didascalica repluca del commissario Graziano, hai visto mai. Con Oddati, che interpellato, ha ripetuto sempre lo stesso mantra. Roma cerca un altro candidato. E le primarie? Niente. Finchè all’ennesimo post di protesta proprio lui, Oddati, si è arreso. Cambiando contenuto. Nessun diktat, ragioniamo tutti. Poi la formula selettiva la studiamo. Come dire che la porta in faccia alle primarie il Pd non la può proprio chiudere per statuto…