“La mia non è una candidatura figlia del qualunquismo”

Questa sera alle 20:30 il candidato a sindaco di Rende Sergio Tursi Prato si racconta al The YouTu Show

Questa sera l’ospite politico del The Youtu Show, condotto da Fiorenza Gonzales, sarà Sergio Tursi Prato, candidato a sindaco di Rende, docente di filosofia e storia al liceo Pitagora di Rende nonché giornalista .
E’ in campo già da due anni. Il motivo lo ha spiegato lui stesso: “La mia non è una candidatura figlia dell’improvvisazione, del qualunquismo, del populismo ma è una candidatura strutturata, ragionata che vuole proiettare Rende verso il futuro”.
Tursi Prato non fa mistero, anzi rivendica, la sua appartenenza al socialismo, dopotutto è figlio d’arte. La formazione socialista per parte di padre e cattolica per parte di madre gli  è servita per dare l’ imprinting alla sua coalizione. Tre le liste a sostegno: Il Coraggio di Cambiare, Gente Onesta e Federazione Civica.
“Il mio non è il socialismo degli affari, dei palazzi e degli interessi ecco perché non intendo essere ingabbiato in logiche spartitocratiche e devianti”. Un messaggio che ha un destinatario ben preciso. “A buon intenditore – chiosa – poche parole”.
Tursi Prato è consapevole che con 8 candidati a sindaco, decisivo sarà il ballottaggio. “In giro c’è tanta confusione, Noi non abbiamo un apparato di parentele ma ci affidiamo a un gruppo di amici”. Il consiglio agli elettori è uno solo: “Non andate incontro a facili promesse perché chi deve amministrare Rende deve esser legato al territorio ed avere contezza della gestione della cosa pubblica”.
Tursi Prato riuscirà a portare avanti la sua candidatura nel nome di un neosocialismo vestito da civismo se Giuseppe Graziao – il presidente de Il Coraggio di Cambiare –  è stato appena candidato a sindaco a Corigliano-Rossano da Fratelli d’Italia?

L’intervista integrale, questa sera alle 20.30 sulla pagina facebook di The YouTu Show