Blitz “militare” in Ragioneria, «gli atti di gestione sono atti in capo ai dirigenti…»

Apprensione nell'entourage della Cittadella dopo l'acquisizione di delibere di pagamento da parte di uomini di polizia giudiziaria. Nel corso di una nota trasmissione televisiva, il talk politico condotto da Antonella Grippo Perfidia su LaC, l'assessore Gallo ha ricordato che il compito degli esponenti della giunta è solo quello di indirizzo (VIDEO)

C’è normale apprensione nel ventre della Cittadella dopo il doppio blitz “militare” in Ragioneria. Acquisiti, da parte di uomini di polizia giudiziaria, atti e delibere di pagamento in gran parte riferiti al mese di settembre, l’ultimo “utile” prima delle urne. La polizia giudiziaria si è evidentemente mossa su delega ma non è dato sapere né da parte di quale procura né con quale ipotesi investigativa sullo sfondo. Così come è del tutto esoterico, sconosciuto, il settore particolare della Regione che avrebbe “sfornato” la percentuale più alta di delibere di pagamento anche se occorre ricordare che la inoppugnabilità formale degli atti, quando si arriva in Ragioneria, raramente mostra segnali di scorrettezza. Allo stato è lecito immaginare che gli uomini di pg abbiano dato un’occhiata stratificata a tutte le delibere di pagamento provenienti da ogni settore anche se non è improbabile che vi siano settori più interessati ed altri meno. Sull’argomento in generale è stato immortalato in diretta, nel corso di una nota trasmissione televisiva, il talk politico condotto da Antonella Grippo Perfidia su LaC, il parere dell’assessore all’Agricoltura Gianluca Gallo che ha sottolineato, a proposito delle delibere di pagamento, come fosse del tutto marginale il ruolo degli assessori, «solo una politica di indirizzo». In particolare, Gallo (VIDEO) ha ricordato che «le delibere di pagamento sono atti di gestione, atti in capo ai dirigenti e al dirigente generale. Non ho minimamente idea di quali siano gli atti eventualmente oggetto di attenzione».

I.T.