Talerico : Alecci probabilmente si è fermato al titolo

Dalla nota del Consigliere Regionale Alecci, che assume un mio attacco alla UMG, si comprendono due cose: 1) Alecci interviene a difesa dei compagni di partito; 2) Alecci non ha letto l’articolo ma si è fermato al titolo.
Non sono stupito, ma trovo temerarie le dichiarazioni del Consigliere Alecci, che mi rendo conto sia in campagna elettorale, in quanto il consigliere regionale del PD non ha ben compreso che nel mio articolo sono state denunciate delle irregolarità di sistema.
Alecci, da un lato, adotta la stessa medicore strategia del consigliere Valerio Donato, cioè quella di non entrare nel merito delle gravi contestazioni da me mosse alla gestione dell’UMG, dall’altro subdolamente lascia intendere che la mia nota sia un attacco sic et simpliciter all’Università e non già una chiara denuncia su fatti sui quali il Consigliere Regionale di opposizione dovrebbe invece chiedere i dovuti chiarimenti ai suoi sodali di partito, che invece hanno chiesto all’ex sindaco di Soverato di intervenire in loro difesa.
Intervento, pertanto, maldestro che fa perdere di credibilità al consigliere regionale Alecci che solitamente attacca il governo regionale proprio su analoghe questioni, quindi garantista con i “compagni” e giustizialista con gli altri.
A questo punto gli elettori e sostenitori di Alecci devono sapere che al consigliere regionale del PD non interessa il declino dell’Università Magna Graecia, che rischia con questo trend di essere accorpata ad altra Università, né interessa che ci sia una gestione e direzione ai livelli di altre Università che hanno invece un trend di crescita totalmente diverso.
Ad Alecci non interessa che il Direttore Generale (Dott. Sigilli) della UMG sia in carica dall’1/08/2012, sulla base di un unico avviso di manifestazione di interesse pubblicato nel lontano 2012 e, che venga rinnovato in continuità per ben 4 mandati (12 anni !). Né si preoccupa che lo stesso Direttore Generale non abbia financo la qualifica di Dirigente !
Ad Alecci non interessa che il Dipartimento di Giurisprudenza-Economia-Sociologia sia da ben oltre 14 mesi senza il Segretario Amministrativo !
Ad Alecci non interessa che venga bandito un concorso pubblico alla UMG, ove uno dei docenti membri della commissione giudicante è componente del C.D.A. dell’Università e, pertanto in condizione di oggettiva incompatibilità e, che pende tra l’altro un giudizio.
Ad Alecci non interessa che alcuni professori possono organizzare passarelle politiche/elettorali per i candidati alle prossime elezioni europee, utilizzando l’UMG come piattaforma elettorale.
Ad Alecci non interessa che una professoressa possa avere operato per anni all’interno dell’Università in condizioni di incompatibilità per il concomitante ruolo politico di consigliera comunale a Lamezia Terme e, che non sia stata esercitata l’azione disciplinare nel termine di legge dei 180 giorni.
Ad Alecci non interessa quindi la trasparenza amministrativa, il rispetto delle regole e dei regolamenti e delle Leggi, quando di mezzo ci sono amici e compagni di partito.
La Politica del cambiamento non è quella che ci fa apparire come delle macchiette piegate alla utilità o opportunità del momento o del partito di appartenenza, la Politica del cambiamento è quella invece che ci fa avere il coraggio di denunciare pubblicamente chi non rispetta le regole, anche se chi non le rispetta è un nostro compagno di partito !
Così Antonello Talerico, consigliere regionale.