Il senatore del Pd Nicola Irto: «Il bonus investimenti per beni strumentali va inserito anche per il 2023»

«L’improvvisazione e la scarsa attenzione per giovani, lavoratori, imprese e Mezzogiorno sta caratterizzando la manovra di bilancio approntata dal governo Meloni. Tante, troppe le dimenticanze del governo di centrodestra».
Ad affermarlo è il senatore del Pd Nicola Irto facendo proprio l’appello lanciato dal Comitato del Mezzogiorno dei Giovani imprenditori di Confindustria.
«Non ha senso eliminare il bonus per l’acquisto dei beni strumentali, in vigore fino al 31 dicembre, che si è rivelato un ottimo strumento per aiutare, soprattutto i giovani, a fare impresa nel Mezzogiorno. Si tratta di aiuti per le imprese che acquistano macchinari, impianti e attrezzature destinate a strutture produttive nuove o esistenti, che arrivano garantendo un credito d’imposta da portare in compensazione. Si capisce – conclude Irto – che si tratta di un fondamentale strumento per le aree più svantaggiate del Paese, dove le risorse scarseggiano ed è più difficile avviare un’attività imprenditoriale o mantenerla in vita. Come Pd proveremo a fare in modo che la misura venga mantenuta anche il 2023».