Facoltà medicina Cosenza, Occhiuto: “Per Catanzaro poderoso investimento e voterei a favore di ingegneria”

“Io ho partecipato alla conferenza dei rettori qualche giorno fa e quasi all’unanimità hanno accolto questa proposta, dopo aver accolto quelle dell’Università di Catanzaro. Proposte tutte orientate all’aumento dell’offerta formativa dei tre atenei”, così il presidente della Regione Roberto Occhiuto sulla facoltà di medicina a Cosenza.”La Calabria è la regione in rapporto agli abitanti con meno sedi di facoltà di medicina, io governo una regione che ha problemi straordinari sull’assistenza sanitaria. Seminare competenze attraverso l’università è sicuramente una buona cosa. L’università di Catanzaro, che ha una facoltà di medicina con autentiche eccellenze, va sostenuta e per questo abbiamo approntato un poderoso programma di investimenti e destineremo 50 milioni di euro di fondi comunitari per potenziare l’offerta formativa prevalentemente nell’università di Catanzaro attraverso borse di studio di scuole di specializzazione mediche. Avanti con il potenziamento dell’università di Catanzaro”. Occhiuto ha aggiunto: “Il mio compito è evitare che il potenziamento dell’offerta formativa sia ostacolato da spinte campanilistiche. In altre occasioni il mio voto fu decisivo all’interno della conferenza dei rettori, quando per esempio votai a favore di un nuovo corso di laurea a Catanzaro e altre università come quella di Cosenza non volevamo che si attivasse. Sulla facoltà di medicina a Cosenza il mio voto è stato irrilevante. Queste scelte appartengono al sistema universitario. Dobbiamo evitare di pensare che la politica possa surrogare chiunque nelle scelte. Se l’università di Catanzaro volesse proporre una facoltà di ingegneria, valuterò nella conferenza dei rettori e voterei sicuramente a favore. Un sistema universitario che si fa concorrenza è positivo, rendite di posizione non possiamo tollerarle. Né Catanzaro con Medicina né Cosenza con ingegneria”.