Pubblicato il Dca che stabilizza il personale assunto nell’emergenza Covid

Il decreto 152 recepisce gli accordi stipulati tra Regione e sindacati della dirigenza medica e del comparto

C’è la stabilizzazione del personale sanitario e socio sanitario assunto a tempo determinato nelle aziende del servizio sanitario regionale durante l’emergenza da Covid 19. Il relativo Dca numero 152 della serie, del 9 novembre 2022, firmato dal commissario ad acta Roberto Occhiuto e dal sub commissario Ernesto Esposito, è stato pubblicato sul Burc numero 251 in data odierna ed inviato, secondo prassi, ai ministeri della Salute e dell’Economia. Il decreto recepisce l’accordo tra la Regione Calabria e le organizzazioni sindacali del comparto e della dirigenza Area sanità del 20 giugno 2022 e il documento del 13 ottobre 2022, concernenti l’applicazione dell’articolo 1 della legge 234/2021 in materia di stabilizzazione del personale, che vengano allegati come parti integranti (allegati A e B).
Il Dca 152 si rifà al comma 268 della citata legge nel punto in cui prevede che gli enti del servizio sanitario nazionale “possono assumere a tempo indeterminato, in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni di personale, il personale del ruolo sanitario e del ruolo socio sanitario, anche qualora non più in servizio, che siano stati reclutati a tempo determinato con procedure concorsuali, incluse le selezioni di cui all’articolo 2-ter del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e che abbiano maturato al 30 giugno 2022 alle dipendenze di un ente del Servizio sanitario nazionale almeno diciotto mesi di servizio, anche non continuativi, di cui almeno sei mesi nel periodo intercorrente tra il 31 gennaio 2020 e il 30 giugno 2022, secondo criteri di priorità definiti da ciascuna regione”. Il Dca cita, subito dopo, i due accordi che formano i due allegati A e B. Il primo accordo (Allegato A) sottoscritto il 20 giugno 2022 è stato siglato tra l’Amministrazione regionale e le organizzazioni sindacali disciplinava i percorsi finalizzati alla stabilizzazione del personale precario in possesso dei requisiti previsti dalla norma.
Il secondo accordo del 13 ottobre 2022 (Allegato B) trattava delle modalità di applicazione dell’articolo in questione, diretto a garantire l’utilizzo di criteri e percorsi omogenei per le Aziende del Sistema sanitario regionale in coerenza con i Piani triennali del fabbisogno di personale. I piani sono stati deliberati dalle diverse Aziende ospedaliere (AO Cosenza con delibera 458 del 19 settembre 2022, AO Pugliese Ciaccio 683 19/09, AO Reggio Calabria 615 30/09, AOU Mater Domini 556 19/09) e Territoriali (Asp Cosenza delibera 1535 del 16/09/2022, Asp Reggio Calabria 86 20/09, Asp Crotone 725 16/09, Asp Catanzaro 970 20(09, Asp Vibo Valentia 1313 15/09). Con Dca 124, 125 e 126 dell’11 ottobre 2022 si è provveduto ad approvare i Piani assunzionali rispettivamente dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza, dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro e dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Crotone, mentre sono tuttora in corso le procedure finalizzate all’approvazione dei Piani dei Fabbisogni e delle Assunzioni proposti dalle altre Aziende del SSR.
Questi i criteri individuati nell’accordo:
Le Aziende pubblicheranno, entro 30 giorni dall’approvazione del proprio Piano dei fabbisogni e Piano assunzionale, appositi avvisi, distinti per profilo professionale, in relazione ai propri fabbisogni di personale, al fine di consentire a tutti coloro che ne abbiano titolo ed interesse di partecipare alla procedura.
L’assunzione a tempo determinato deve essere avvenuta attingendo ad una graduatoria, a tempo determinato o indeterminato, riferita ad una procedura di concorso pubblico espletata secondo le previsioni della normativa concorsuale vigente. Le suddette procedure possono essere state espletate da Aziende diverse da quella che procede alla stabilizzazione.
Non è stabilizzabile il personale che è stato utilizzato presso gli enti del SSN con contratti di lavoro autonomo, con contratti di somministrazione lavoro o con ulteriori tipologie non previste dalla norma sopra richiamata.
Alle iniziative di stabilizzazione del personale assunto a tempo determinato mediante procedure diverse dalle procedure concorsuali, come sopra specificate, si potrà procedere previo espletamento di prove selettive in applicazione delle norme vigenti.