Crisi aziende di trasporto pubblico, Sapia (Alternativa) esprime solidarietà ai lavoratori in bilico

"Una Repubblica moderna deve dare delle risposte e trovare la risorse occorrenti, impedendo che si creino altre sacche di povertà e disperazione"

«Esprimo solidarietà e vicinanza ai lavoratori delle aziende calabresi di trasporto a lunga percorrenza che ieri hanno manifestato per sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica in quanto coinvolti in procedure di licenziamento a causa dei mancati aiuti da parte dello Stato». Lo afferma, in una nota, il deputato di Alternativa Francesco Sapia, che precisa: «Non possiamo permetterci di perdere questa forza lavoro. In tutti i modi bisogna evitare che si apra una nuova, brutta crisi economica e sociale in Calabria, che toccherebbe intere famiglie e priverebbe la comunità regionale di un servizio essenziale. Parimenti, non possiamo limitarci alle pacche sulle spalle, ma dobbiamo intervenire ad ogni livello istituzionale perché queste aziende, colpite dalla pandemia e dalla crisi economica attuale, mantengano tutti i lavoratori e continuino a garantire il trasporto pubblico, anche considerato che la Calabria è una regione ad alto tasso di emigrazione, soprattutto sanitaria». «La soluzione – prosegue il deputato di Alternativa – non può essere sempre quella di perdere posti di lavoro per cause di forza maggiore. Una Repubblica moderna deve dare delle risposte e trovare la risorse occorrenti, impedendo che si creino altre sacche di povertà e disperazione. Questo è il momento – conclude Sapia – della responsabilità, della coscienza e del coraggio».