《Reale è venuto a Cosenza solo per provocare, Boccia preferisce il commissariamento》

Duro documento dei Giovani democratici dopo la quasi rissa nella riunione del Pd di Cosenza

Le dichiarazioni del commissario On. Francesco Boccia purtroppo forniscono una ricostruzione parziale della discussione avvenuta ieri all’assemblea provinciale del PD Cosenza: queste dichiarazioni non possono che passare o essere interpretate, ai più attenti osservatori degli scenari politici, come un chiaro tentativo di drammatizzazione politica che cela la volontà di voler continuare a tenere commissariato il PD calabrese e locale.
La discussione avvenuta all’assemblea di ieri non costituisce affatto materia di commissione di garanzia.
Quanto emerge dal video rappresenta una reazione al fatto che il presidente della commissione regionale di tesseramento ha prima fisicamente interrotto il nostro segretario provinciale gd, che stava intervenendo e poi, appropriatosi del microfono si è lasciato andare in affermazioni lesive e offensive verso la stessa assemblea. Le vibrate interruzioni che dalla sala si sono levate sono state solo una reazione ad un modo provocatorio ed estemporaneo di Italo Reale, il quale ha pronunciato “offese” contro la stessa storia del centrosinistra cosentino e calabrese, alludendo senza specifici e concreti riferimenti a fenomeni di inquinamento del tesseramento. Davvero delle dichiarazioni fortemente lesive dell’immagine del partito stesso e con un’ardore immotivato.
L’assemblea, comunque, è proseguita in maniera regolare, tantissimi sono stati gli spunti di riflessioni degni di nota ma soprattutto va evidenziato che quasi la totalità degli intervenuti hanno, non a caso, biasimato il comportamento di Reale ed hanno chiesto a gran voce che venga restituita ai calabresi – che ancora credono e si rivedono nel partito democratico – la possibilità di celebrare i congressi e dotarsi, quindi, di tutti gli organi di direzione del Partito.

Esecutivo Provinciale
GD Federazione di Cosenza