Occhiuto proclamato presidente, 《fuori i partiti dalla sanità》

La promessa: cambieremo la Calabria, da subito

La Corte d’appello di Catanzaro ha proclamato, questa mattina, ufficialmente eletto il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto. Occhiuto, candidato alla presidenza della Regione con il centrodestra, ha vinto le elezioni regionali del 3 e 4 ottobre con il 54,5% (431.675 voti). La sua proclamazione è arrivata a distanza di 25 giorni dal voto.
《Vogliamo aprire in Calabria una nuova stagione – ha commentato a margine Occhiuto -. Il processo non si concluderà in uno o due anni, ma la Calabria la cambieremo e conto di rendere visibili i primi risultati entro pochi mesi».
Ho chiesto al ministro della Salute e anche al ministero dell’Economia di essere nominato commissario alla Sanità in uno dei prossimi consigli dei ministri – ha detto Occhiuto – e credo che questo avverrà abbastanza presto. Ho svolto un’attività di ricognizione anche sui sub commissari. È necessario, lo dice una sentenza della Corte costituzionale, che il commissario sia affiancato da esperti e ho chiesto alla Funzione pubblica l’applicazione di questa sentenza per agevolare l’individuazione di queste figure, in modo da rendere più appetibile e incentivata l’opera di risanamento della sanità».
«Sulla sanità non ci sarà spazio per alcuna intromissione da parte dei partiti, accetto sulla sanità ogni contributo, anche da parte delle opposizioni perché la salute dei calabresi non appartiene a una parte politica».