Dominio “azzurro”, più Meloni che Salvini, il Pd tiene (ma così cosi) e Cinquestelle entra in consiglio

Prime analisi in controluce del voto di lista. I berlusconiani dal 20 al 30% nelle 3 province. Bene de Magistris a Cosenza. La Lega rischia il seggio nella circoscrizione Nord

Quando mancano i dati di sole 3 sezioni su 2.400 (tutte in provincia di Cosenza) non è azzardato analizzare in controluce le forze in campo. Le reali forze in campo.
A cominciare, manco a dirlo, dallo strapotere del centrodestra e di Forza Italia, in particolare. Occhiuto si piazza al 54,48 su base regionale con la provincia di Cosenza leggermente sotto media (51,37), così come Catanzaro (52,57) mentre a Reggio sfiora il 60%. Passando al voto di lista, su base regionale, Forza Italia domina con il 17,31% che diventa 25% se si somma la lista Forza Azzurri, di evidente derivazione berlusconiana. Il derby a destra (al ribasso) lo vince Fratelli d’Italia con l’8,70% rispetto alla Lega che totalizza l’8,33%. Coraggio Italia si piazza al 5,67% e l’Udc al 4,59.
Passando all’analisi provinciale del voto interno al centrodestra da segnalare che in provincia di Cosenza dietro Forza Italia si piazza Forza Azzurri, prima di Fdi e Lega che proprio in provincia di Cosenza totalizza il quoziente più basso, il 7,13%. Bene l’Udc in provincia di Cosenza con il 5,85%, la porzione più alta rispetto al resto della regione.
Dalle parti di Amalia Bruni, e del centrosinistra, il 27,68 su base regionale si scompone nel 13,18 del Pd e nel 6,48 del Movimento Cinquestelle. Residuale il resto delle liste con quella del presidente che sfiora ma non supera il fatidico 4%. In provincia di Cosenza il Pd è sottomessa, l’11,98%, sopramedia a Catanzaro, il 15,83%, appena appena sopra media pure a Reggio, il 14,14%. Approdo in consiglio regionale per il Movimento Cinquestelle con il 6,48% che è praticamente la foto del consenso in provincia di Cosenza e Catanzaro con un leggero sottomedia a Reggio (leggermente avanti resta la provincia di Catanzaro anche se a Cosenza mancano 3 sezioni).
Per quanto riguarda de Magistris, che ha totalizzato il 16,15%, da segnalare il forte sopramedia in provincia di Cosenza (20,68%) e il sottomedia identico di Catanzaro e Reggio, attorno al 13,30.