Alla Regione con Bruni, a Cosenza con De Magistris

Oggi due tavoli di confronto organizzati dal commissario del Pd Cosenza Boccia anche con i sostenitori dell'ex sindaco di Napoli

Il neo commissario della federazione del PD di Cosenza, Francesco Boccia, sta giocando una partita delicata per il turno di amministrative che si terranno in Calabria in ottobre. Una partita giocata su più tavoli, direbbe qualcuno. Sta di fatto che l’esponente Dem che Letta ha spedito in Calabria per tentare di trovare una quadra alla faida che insanguina da decenni i compagni locali, si è caratterizzato per una serie di tentativi che non hanno convinto praticamente nessuno tra quelli che hanno voce in capitolo nelle decisioni del partito calabrese.
Proprio oggi sono in programma i tavoli di confronto del centrosinistra. Il primo è dedicato alle regionali e su questo non dovrebbero esserci dubbi: tutti allineati e compatti dietro alla candidata Amalia Bruni. Sul secondo vertice previsto per oggi e dedicato interamente alla vicenda delle amministrative di Cosenza, la situazione è invece più complicata e con una serie di sfumature ancora tutte da chiarire.
Lo stesso commissario che qualche ora prima esortava tutti a convergere senza tante storie su Amalia Bruni, adesso convoca e presiede una riunione con tutte le forze che (apertamente o sotto traccia) sostengono De Magistris.
Controsenso o altro? Inconsistenza della proposta politica o una strategia precisa e mirata – chissà poi perché – a indebolire il PD?
Staremo a vedere.
Intanto questa prima fiammata di campagna elettorale sta facendo riemergere uno dopo l’altro i mali atavici di cui soffre il Partito Democratico calabrese e non sembra che la squadra messa in campo dalla nuova segreteria nazionale sia in grado di individuarli e avviarli finalmente a soluzione.