Magorno si schiera (ma l’esito era scontato): 《Bene Occhiuto su legalità》

Il senatore Iv: deve essere bussola del prossimo governo regionale

《La legalità deve essere la bussola del prossimo governo regionale, per questo non posso non sottolineare l’idea di Roberto Occhiuto, la cui proposta per un controllo preventivo delle liste da parte dell’antimafia trova il mio appoggio incondizionato》. Così, in una nota, Ernesto Magorno, senatore di Italia Viva e fino a qualche giorno fa anche candidato alla presidenza della Regione. 《La formazione di liste pulite, infatti, è un caposaldo, un principio fondamentale per eleggere i rappresentanti che avranno il compito di costruire la Calabria che verrà. Con la legalità al centro saranno poi le idee a dover guidare il futuro governo regionale che dovrà investire tutto sulla valorizzazione dei talenti calabresi. Ve ne sono tanti in tutti i settori, si tratta solo di iniziare a dar loro una possibilità. Penso ai giovani che hanno il diritto di restare, per questo non si può disperdere l’idea delle 1000 borse di studio, ma penso anche ai settori dell’agricoltura e del turismo. La Calabria è una terra piena di potenzialità e i prossimi cinque anni saranno cruciali per ripartirartire》.