Riapertura scuole, Regione e Usr a confronto

Il momento utile per risollevare le sorti degli istituti scolastici, alcuni dei quali, versano in condizioni difficili da anni. La semplificazione burocratica, avviata dal governo, ci aiutera’, si spera, a raggiungere piu’ scuole possibili. Personalmente, credo anche che gli esempi piu’ virtuosi vadano premiati in qualche modo e chiedo a tutti gli attori coinvolti al tavolo di comunicare tra loro e con noi Enti. Siamo qui per ascoltarvi e trovare insieme delle soluzioni che ci portino a settembre a riaprire la scuola in presenza e in sicurezza”. Cosi’ l’assessora all’Istruzione della Regione CALABRIA Sandra Savaglio, introducendo i lavori del Tavolo tecnico sulla scuola, con i presidenti delle Province calabresi, della Citta’ metropolitana di Reggio CALABRIA, i dirigenti scolastici, i docenti rappresentanti sindacali di categoria, oltre al presidente di Anci CALABRIA e la direttrice dell’Usr CALABRIA Maria Rita Calvosa. La riunione e’ servita anche per un confronto relativo alla riaperture delle scuole. La direttrice Usr Maria Rita Calvosa, ha chiarito che: “bisogna completare al piu’ presto le tabelle sull’organico delle scuole”. “Il prossimo 31 luglio dovro’ depositare al ministero i dati definitivi per la proposta di organicoSe i dati non saranno comunicati entro quella data – ha aggiunto Calvosa – saltera’ l’organico aggiuntivo: personale docente, ATA e anche assistenti tecnici per eventuale ritorno alla didattica a distanza. Quello che chiedo, inoltre, e’ che i dirigenti, nell’individuare spazi e soluzioni utili al distanziamento – ha concluso la direttrice dell’Usr – procedano prima di tutto ad ottimizzare i locali all’interno dei propri edifici scolastici e che gli istituti cedano le aule vuote o sottoutilizzate a chi ne ha necessita’”.