La controcrociata di Wanda: Mattarella fermi Travaglio

Finisce alla Camera il dibattito “sull'aggressione” del Fatto quotidiano nei confronti di Giorgia Meloni. La deputata catanzarese interviene e spara a zero ma la “novità” è nel fronte unico con la Boschi

Mattarella fermi Travaglio. E fermi il Fatto quotidiano. Lo chiede Wanda Ferro alla Camera nel corso del (quasi) surreale dibattito attorno al violento attacco che la leader di Fdi Giorgia Meloni ha subito dal giornale di Marco Travaglio. «Più cresce la fiducia in Giorgia Meloni più i menestrelli di Giuseppe Conte si esibiscono nel racconto di una pericolosa estremista». Così Wanda Ferro ma la novità vera sta nel fatto che Meloni incassa la solidarietà anche da parte della maggioranza. La Ferro pone l’accento su alcune “frasi gravissime”, e in particolare quella che richiama i partigiani del Cln, che “dovrebbero intervenire con lo schioppo”. «Non potete far finta di non aver letto – è l’affondo della deputata di Fdi – e chiediamo a Fico, alla Casellati e a Conte quale sia la loro reale posizione e se pensano che FdI vada abbattuto con la violenza. Inoltre chiediamo a Sergio Mattarella la ferma condanna di un messaggio intimidatorio senza precedenti nei confronti di un partito dell’opposizione».

Sullo sfondo però non manca chi legge la sortita di Ferro e il clima che s’è respirato alla Camera come “antipasto” di qualcosa di più serio che si ata muovendo sotto la cenere. Non a caso, a difesa di Giorgia Meloni relativamente all’attacco di Marco Travaglio, arriva niente di meno che Maria Elena Boschi, renziana della ultraprimissima ora. E proprio Italia Viva l’altro giorno in commissione Giustizia al Senato ha votato con l’opposizione e ha mandato sotto la maggioranza a proposito della giornata da dedicare alle vittime della mala giustizia. La giornata dedicata a Tortora, s’è detto nelle intercapedini. Però Pd e Cinquestelle si sono presentati compatti nel respingere una giornata totem del genere, quasi a non voler offendere l’immagine dei magistrati. A mandare però sotto la maggioranza ci ha pensato Italia Viva di Renzi che guarda caso, ma non troppo, ora si schiera a fianco di Giorgia Meloni nel corpo a corpo contro Marco Travaglio. E quando Wanda Ferro ha chiesto l’intervento di Mattarella contro «i menestrelli di Conte» che si nasconderebbero nel giornale dai banchi della maggioranza più d’uno ha applaudito…

I.T.