Sanità, sospesa la “logica mensile” del tetto di spesa

Il Tar rinvia ad aprile la discussione di merito contro due Dca della struttura commissarialea

Sospesi negli effetti due Dca della struttura commissariale appena sfornati sotto l’albero di Natale, siamo al 12 di dicembre (per l’esattezza il numero 178 e il numero 179). Congelati, se ne parla nel merito il 7 aprile, così ha deciso il Tar. Palla al centro e si riparte daccapo come non fossero mai esistiti. Passa per ora la linea della ricorrente, la “Romolo Hospital srl”. Cotticelli e i suoi volevano stabilire un principio contabile tutto nuovo in questi Dca. Suddividere per 12 mensilità l’intero tetto di spesa annuale destinato ad ogni erogatore privato di servizi sanitari. Come fosse possibile dividere per mesi le prestazioni, a prescindere dal reale e contingente bisogno dei pazienti. E se in un mese ci sono più interventi da effettuare si rimanda il paziente al mese successivo? E se ce ne sono di meno? Contro questa logica mercantile della struttura commissariale, stile forniture derrate alimentari, ha ingaggiato la sua battaglia la Romolo Hospital che di fatto rinvia la palla in calcio d’angolo. Il Tar sospende i Dca e rinvia al merito del 7 aprile. Fino ad allora si opererà in regime di prestazioni sanitarie non “mercantili”…