Cdu, Tassone: “Al via federazione di centro”

“Nei giorni scorsi è stato sottoscritto il documento con cui si dà vita al ‘Polo di centro’ con le componenti che si richiamano all’esperienza dei cristiani democratici e del popolarismo cattolico, aperto anche ai laici riformisti”. Lo annuncia il segretario nazionale del Nuovo Cdu, Mario Tassone. “È un traguardo – spiega Tassone in una nota – inseguito da tempo. Un appuntamento con la storia del Paese per ricomporre vitalità disperse. Dopo 25 anni di mistificazioni, è tempo di dare un contributo alla normalizzazione del Paese. Bisogna invertire le equazioni e le tendenze laederistiche dominanti per restituire ai cittadini centralità nelle decisioni. L’esperienza degasperiana va rivissuta nel segno dei tempi”.    Tassone rileva poi che “a breve un’assemblea definirà le modalità della costruzione di una Federazione anche a livello territoriale avendo come orizzonte la costruzione di un soggetto politico. Si copre un vuoto e si offre uno strumento, che – continua il segretario nazionale del Nuovo Cdu – recidendo inadeguatezze e supponenze riscopra il senso di essere comunità. Il coordinamento provvisorio del “Polo di centro” – si legge nella nota – è composto da Paola Binetti, Ettore Bonalberti, Gianfranco Rotondi, Lorenzo Cesa, Mario Tassone, Renato Grassi, Peppino Gargani, Publio Fiori.