Il Pd “sfoglia la margherita”, si fa strada un parlamentare

Più nomi politici e diversi civici al vaglio di Graziano per la candidatura alla presidenza della Regione


Nessuna riunione formale oggi ma solo alla spicciolata stanze e porte che si sono aperte e chiuse al Nazareno. Con dentro di volta in volta qualcuno con cui discutere, sondare il terreno. Tra qualche giorno adunata ufficiale tra parlamentari Pd, consiglieri regionali e segretari di federazione ma per il momento il commisdario Graziano preferisce così. E lavorare ancora qualche ora, ufficialmente sottotraccia, a una commissione per la formulazione delle liste. Due liste. E naturalmente lavorare soprattutto all’individuazione dei candidati alla presidenza della Regione. Almeno 5 i nomi sul tavolo, sia politici che civici. E la scelta, se optare per gli uni o gli altri, è tutta nel “ciclo mestruale” dei Cinquestelle. Della serie, si mette in campo un civico e poi si spera nella convergenza dei grillini? O il Pd sceglierà la via diretta di una candidatura politica a tutti gli effetti? A tal riguardo fonti importanti riferiscono di una difficoltà maggiore e di una insistente preoccupazione di Zingaretti, e cioè quella di irritare anzitempo i coinquilini del governo con una nomination di partito. Ma si ragiona anche su questo sia pure in un mare grosso. Difficoltà infatti emergono nel rintracciare un nome “politico” dirompente, nuovo, competente e “illibato” al punto giusto. Ma nelle ultime ore è il nome di un parlamentare quello che si fa più strada. Non resta che attendere ma di certo non saranno giorni facili per il Nazareno…