Governo, Bruno Bossio (PD): “Sanità Calabria primo banco prova”

“Il nuovo Governo ha giurato ed è entrato nel pieno delle sue funzioni. Per il nuovo esecutivo la Calabria, con le sue emergenze ma anche con le sue potenzialità di crescita, è un primo banco di prova, per valutare la capacità di imprimere una svolta rispetto alla esperienza precedente”. Ad affermarlo è la parlamentare del PD Enza Bruno Bossio.    “Intanto – aggiunge – non può passare inosservata la sostituzione del ministro alla Salute: di per sé è un segnale di forte discontinuità – spiega la deputata – In particolare per la Calabria  è da interpretarsi come la bocciatura del Decreto Sanità. Un decreto convertito in legge nonostante i limiti di costituzionalità e che oggi va valutato anche per i pesanti effetti che sta generando per la sua inapplicabilitá. Ora bisogna voltare pagina  – afferma Bruno Bossio  – e operare rapidamente per cancellare un decreto che è stato concepito solo per espropriare la Regione delle poche e residuali competenze che  poteva esercitare dal momento che la responsabilità della gestione della sanità in Calabria era stata affidata al Commissario di Governo da oltre un decennio. Oggi – prosegue – il nuovo Governo non può fare finta di non vedere e, oltre a porre rimedio agli effetti del fallimento della gestione commissariale, dovrà tempestivamente fronteggiare i danni devastanti che si vanno manifestando in questi giorni dovuti alle norme assurde di questo provvedimento. Non c’è tempo da perdere, perché in alcune aree  – conclude -si è andati oltre la mancanza di garanzia dei livelli essenziali di assistenza e si sta andando addirittura verso la chiusura di servizi ospedalieri e di assistenza territoriale di primaria necessità”.