Di Natale gongola per il “suo” Guerini

Il consigliere provinciale del Pd (in pista per le Regionali) uomo di riferimento in Calabria per il fresco ministro della Difesa

Ha aperto niente di meno che la campagna elettorale a Paola, Lorenzo Guerini. Per Paola, certo. Per il Pd. Ma soprattutto per Graziano Di Natale e non è un caso se sono scesi dalla stessa macchina. E quando poi il consigliere provinciale del Pd e presidente del consiglio comunale di Paola ha presentato alla Camera il suo libro chi seduto alla “sinistra” del “padre” se non lui, Lorenzo Guerini appunto. A testimonianza fotografica, se ce ne fosse bisogno, che in questi anni è tra vecchi amici fedeli che s’è consumato il rapporto al punto da considerare Graziano Di Natale il riferimento calabrese per eccellenza di Lorenzo Guerini. Oggi nuovo ministro della Difesa, dopo aver guidato il Copasir. «Formulo i miei auguri di buon lavoro al nuovo governo – scrive Di Natale in un post su Facebook -. Sono felice per la nomina di Lorenzo Guerini a ministro della Difesa. Lorenzo, oltre ad essere una persona preparata e competente, è un caro amico sempre vicino e disponibile all’ascolto».
Non è difficoltoso considerare le movenze di Graziano Di Natale indirizzate verso il prossimo consiglio regionale, naturalmente dovendo sfidare le urne di dicembre o febbraio. Con la sola casacca del Pd e/o del civismo d’accompagnamento è presto per dirlo, tanto più che è tutta da decifrare la corsa complessiva del partito di Zingaretti e dell’intero centrosinistra. La concorrenza è complessa e gli spazi rispetto al 2014 si prevedono comprensibilmente ridotti, in riferimento ai posti in consiglio regionale. Ma più d’uno è pronto a scommettere che Di Natale lungo il Tirreno (ma non solo) dirà la sua. Con un “tifoso” ministro a vestirsi da buon auspicio…