Viscomi sottosegretario (se nasce il governo Pd-Cinquestelle)

L'incarico viene dato per certo a favore dell'ex vicepresidente di una giunta Oliverio

Un pò renziano, quanto basta ed è bastato. Un pò zingarettiano, quando serviva e serve. E soprattutto molto vicino alle “opere di Dio” e alla Conferenza episcopale calabrese. È Antonio Viscomi il nome forte del Pd regionale che in queste ore viene dato in forte ascesa nel borsino del possibile governo “giallorosso”. Se dovesse nascere l’esecutivo “ibrido” Viscomi viene dato per certo su di una poltrona da sottosegretario, sorpassando di gran carriera tutti gli altri. E questo anche grazie alla abilità e “mutevolezza” delle sue appartenenze, non esclusa quella al governatore Oliverio. È infatti ben impresso ancora il suo timbro da vicepresidente nella principale delle giunte Oliverio, ai tempi in cui era anche forte il legame tra i due. Poi la rottura, il renzismo (ma senza esagerare) e lo zingarettismo (quanto basta ed è bastato)…