Commissione Ue richiama la Calabria su fogne e depuratori

 La Commissione europea ha inviato un un parere motivato all’Italia per non aver garantito che gli agglomerati di oltre 2 mila abitanti dispongano di sistemi adeguati per la raccolta e il trattamento delle acque reflue urbane. La Commissione stima che 237 agglomerati in 13 regioni (Abruzzo, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e Toscana) siano in violazione di diverse disposizioni della Direttiva.     Bruxelles chiede all’Italia di fornire informazioni aggiornate sui progressi compiuti in tutti gli agglomerati per i quali ha riconosciuto la non conformità.