Nuovi “guai” per la metro di Cosenza: Cmc indagata in Kenya

Secondo il quotidiano "la Verità" in Africa sarebbe stato aperto un fascicolo per corruzione a carico della coop che ha in appalto l'opera

Cmc finisce sui quotidiani di Nairobi. Si indaga su quattro ministri del governo di Uhuru Kenya. Al centro la costruzione di tre dighe del valore di 800 milioni di euro, due in joint venture con la società Itinera (gruppo Gavio).

La Directorate of criminal investigations (Dci) sta effettuando verifiche su un conto alla banca Westland in cerca di presunte tangenti. «Le procedure contrattuali di aggiudicazione e quelle di perfezionamento dei finanziamenti», spiegano gli interessati, «aderiscono agli standard internazionali.

In particolare i finanziamenti sono stati coperti da polizze Sace». Tutte le difficoltà della cooperativa che ha dato lavoro al fratello di Maria Elena Boschi. I contenziosi con Anas per 1,2 miliardi e la richiesta di concordato preventivo a dicembre 2018.

La replica dell’azienda: «Cmc rende noto di non aver ricevuto a oggi alcuna comunicazione ufficiale relativa all’indagine riferita nell’articolo. Cmc precisa inoltre che la notizia secondo cui sarebbe al vaglio un contratto firmato ai tempi di Matteo Renzi è falsa e destituita di ogni fondamento».