Morra vuole Manzini a tempo pieno in Antimafia

Il presidente indica e fa votare in commissione i consulenti magistrati

  Deve solo dare l’ok il Csm dopo di che il procuratore aggiunto presso la procura di Cosenza, Marisa Manzini, diventerà consulente a tempo pieno della commissione parlamentare Antimafia, evidentemente con ripercussione immediate riguardo l’attività corrente nel suo ufficio. L’indicazione fatta votare dal plenum della commissione arriva direttamente dal presidente Morra che ha anche indicato e fatto votare i consulenti magistrati part time, cioè non necessariamente in pianta stabile a Roma. Si tratta, per le procure calabresi, dell’aggiunto di Reggio Lombardo e del pm Antimafia di Catanzaro Falvo. Il tutto è stato votato nella seduta del 26.

Si legge dalla trascrizione stenografica che…《Il presidente della Commissione Antimafia Morra nel corso dell’ultima riunione della commissione parlamentare di inchiesta svoltasi mercoledì 27 ha comunicato che, nel corso della riunione dell’Ufficio di presidenza integrato dai rappresentanti dei gruppi di ieri, 26 marzo 2019, è stato deliberato che la Commissione si avvalga della collaborazione a tempo pieno della dottoressa Marisa Manzini, per avvalersi della quale, comunque, la Commissione dovrà attendere la prescritta autorizzazione e il collocamento fuori ruolo da parte del Consiglio Superiore della Magistratura. Comunica altresì che è stata deliberata la collaborazione a tempo parziale e limitato, del dottor Giuseppe Lombardo, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Reggio Calabria, del dottor Giuseppe Gatti, magistrato DDA di Bari e del dottor Camillo Falvo, magistrato presso la Procura della Repubblica di Catanzaro》.