Mafie, Nicaso: “Sbagliato investire solo su lotta al terrorismo”

Intervento del professore universitario in video conferenza da Toronto al Master in Intelligence dell'Universita' della Calabria

 “E’ sbagliato investire sul terrorismo e non sul contrasto alle mafie. Occorre intervenire contemporaneamente in entrambi i settori”.

E’ quanto ha sostenuto Antonio Nicaso, professore universitario, scrittore, considerato tra i massimi esperti mondiali di criminalita’ organizzata, intervenendo in video conferenza da Toronto al Master in Intelligence dell’Universita’ della Calabria, introdotto dal Direttore del Master Mario Caligiuri e alla presenza del procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri con il quale ha scritto numerosi volumi, tra i quali il recente “Storia segreta della ‘Ndrangheta”, edito da Mondadori.

“Le mafie – ha argomentato – sono un fenomeno complesso in quanto non esprimono solo una mentalita’ ma sono anche il frutto di un organizzazione che ha inventato un’ideologia, creando una potente miscela tra tradizione e innovazione”.

Senza ampie connivenze ed estese collaborazioni – ha spiegato – non si spiegherebbe il successo delle mafie a livello globale”. Nicaso ha sottolineato il fondamentale ruolo dell’Intelligence per prevenire e contrastare il fenomeno a livello nazionale e globale, con contatti strutturati ed efficaci. Per quanto riguarda la sicurezza – ha evidenziato – le istituzioni politiche attendono risultati immediati che non sempre sono possibili. E quando si e’ in presenza di risorse economiche limitate si compiono delle scelte, privilegiando, come sta accadendo in questo momento, la lotta al terrorismo rispetto a quella contro la criminalita’ organizzata”.

Nicaso ha poi detto che “L’Italia e’ piu’ avanti rispetto agli altri paesi per l’esperienza maturata nel corso degli anni nel contrasto al terrorismo politico e alla criminalita’ organizzata”.