《Non è vero che sono fuori dal Pd》

La replica del consigliere comunale di Cosenza, Marco Ambrogio, dopo un nostro articolo: ho seguito la mozione Richetti ed è falso che abbia aiutato Occhiuto, ho aiutato la città

Nella nota pubblicata ieri sulla sua testata on line circa la certificazione da parte mia del tifo per Occhiuto, leggo tante inesattezze che mi portano a dover replicare.
Intanto noto che le sarà sfuggito, quando parla di mie assenze alle uscite pubbliche del Pd, la venuta di Matteo Richetti in Calabria da me accompagnato in due grosse manifestazioni, a Catanzaro col Prof on. Viscomi e a Cosenza con centinaia di amministratori che hanno voluto parlare di partito nuovo, aperto ed inclusivo con uno dei massimi esponenti nazionali.
Ma noto che anche sul voto del consiglio le sarà sfuggito che il sottoscritto ha votato il linea col voto del Pd in commissione, e non come erroneamente afferma lei “contro il suo stesso partito”. Inoltre voglia lei spiegarmi perché se lo stesso giorno si vota il medesimo documento, che tra l’altro permette di far saldare i debiti che gli enti hanno con le aziende e fornitori che li avanzano, al consiglio provinciale se proposto dal Presidente Iacucci e dalla sua maggioranza, lo si vota positivamente e se invece viene proposto dal sindaco Occhiuto si deve votare contro?
Questa dalle mie parti si chiama coerenza, nei confronti dell’elettorato ma soprattutto verso coloro i quali, in un forte momento di crisi economica, non possono essere penalizzati dalle beghe della politica.

Avv Marco Ambrogio