Fondi europei (Por – Psr), Oliverio: “ La Calabria ha cambiato passo”

La Regione Calabria ha raggiunto e superato ampiamente i target di spesa del POR e del PSR 2014/2020 previsti dall’Unione Europea al 31 dicembre 2018. Per quanto riguarda il POR FESR FSE 2014/2010, a fronte di una previsione di 363 milioni di euro, la Regione Calabria ha già certificato l’erogazione di oltre 420 milioni di euro (su un totale di circa 2,4 miliardi di euro), con il superamento del target di ben 57 milioni di euro, il 16% in più dell’obiettivo assegnato. Anche relativamente al PSR la Calabria si attesta tra le prime regioni italiane, avendo raggiunto il target di 32,2% di spesa certificata rispetto alla dotazione finanziaria del Programma (che consiste in 350.315.950,67 Euro su 1.089.310.749,33). Le risorse impegnate rappresentano circa l’80% della dotazione finanziaria totale del Programma. “Sono davvero soddisfatto. I dati parlano da soli. La Calabria – dichiara il Presidente della Regione Mario Oliverio – ha cambiato passo rispetto alle esperienze negative del passato che la collocavano all’ultimo posto nella capacità di utilizzare e spendere le risorse europee. E’ con soddisfazione che registriamo la realizzazione degli obiettivi posti dalla Commissione Europea relativamente al raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2018. Un obiettivo che è stato largamente superato sia relativamente al POR FESR FSE 2014/2020 che al PSR 2014/2020. Dietro questi dati vi sono soggetti beneficiari: imprese, enti locali, università, territori, famiglie, terzo settore, giovani, studenti e professionisti che costituiscono la struttura della economia e della società calabrese. Risorse che hanno consentito una inversione del trend negativo degli anni passati per aiutare la Calabria a realizzare obiettivi di crescita e di lavoro. Un risultato importante e positivo realizzato grazie al lavoro costante ed intenso delle strutture regionali amministrative preposte che hanno raccolto pienamente la sfida che noi ci siamo posti, ovvero di realizzare una svolta netta e concreta nella capacità di utilizzare le risorse e di recuperare credibilità rispetto all’Unione Europea ed al Paese. La Calabria che non si piange addosso, che non è seconda a nessuno, che con orgoglio e con fatica realizza obiettivi che consentono di guardare positivamente al futuro consentendo alle donne e agli uomini calabresi di esprimere le proprie potenzialità”. I risultati raggiunti al 31 dicembre 2018 e gli obiettivi per il 2019 saranno presentati alla stampa in modo dettagliato nel corso di una iniziativa prevista per l’inizio del 2019, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni, degli enti locali, delle forze imprenditoriali e sociali.