Domani bilancio in Consiglio regionale, incombe il caso Oliverio

Con 18 punti all’ordine del giorno, torna a riunirsi domani, con inizio fissato alle ore 11, il Consiglio regionale. La seduta e’ dedicata essenzialmente all’esame e alla discussione del Bilancio di previsione 2019 della Regione, ma assume una valenza ancora piu’ importante sul piano politico perche’ si terra’ all’indomani dell’inchiesta della Dda di Catanzaro, “Lande Desolate”, che ha coinvolto, con l’accusa di abuso d’ufficio, il presidente della Giunta Mario Oliverio, nei cui confronti e’ stato disposto l’obbligo di dimora nel comune di residenza, San Giovanni in Fiore (Cosenza).
Non e’ escluso che domani in Consiglio si possa aprire un dibattito sulla vicenda, sulla quale oggi e’ intervenuto il capogruppo del Gruppo Misto, Fausto Orsomarso, che ha chiesto al governatore e all’intera assemblea legislativa “una valutazione politica che, prescindendo dai fatti giudiziari, possa prevedere la fine della legislatura”. L’ordine del giorno della seduta consiliare, comunque, prevede come punto piu’ significativo il Bilancio di previsione della Regione 2019 e triennale 2019-2021, il Collegato e la Legge di Stabilita’ regionale 2019. La manovra, approvata dalla Giunta il 3 dicembre e dalla seconda Commissione del Consiglio regionale il 13 dicembre, ammonta a circa 6,2 miliardi di euro circa: le risorse autonome sono pari a 782 milioni. All’esame del Consiglio regionale di domani, che sara’ verosimilmente l’ultimo del 2018, ci saranno, inoltre, il Bilancio di previsione dell’assemblea, quattro proposte di legge regionale di riconoscimento di debiti fuori bilancio, i rendiconti 2017 di enti strumentali della Regione come Calabria Verde, Calabria Lavoro, Aterp e Arpacal.