Regione, al via corsi lingua italiana per figli calabresi emigrati

Corsi di lingua e di cultura italiana per i giovani discendenti di emigrati calabresi residenti all’estero. Li ha istituiti la Regione Calabria, che ha indetto una selezione per la partecipazione ad alcune attivita’ formative nell’ambito delle politiche rivolte ai calabresi all’estero.

La selezione, disposta dal Dipartimento Presidenza della Regione con un avviso pubblico consultabile sul sito istituzionale dell’ente, prevede la collaborazione con l’Università della Calabria di Cosenza e con l’Università per Stranieri di Reggio Calabria, che cureranno i corsi garantendo l’ospitalità dei partecipanti per tutta la loro durata: i corsi di lingua e cultura italiana si svolgeranno dall’11 marzo al 5 aprile 2019 all’Universita’ di Cosenza e dal 3 giugno al 27 giugno all’Università per Stranieri di Reggio Calabria.

“Le attivita’ formative, concordate in sede di Consulta regionale dei calabresi nel mondo, rientrano – si legge nell’avviso – nel piano annuale degli interventi in materia di emigrazione e sono mirate alla promozione ed all’accrescimento del legame delle nuove generazioni di discendenti di seconda-terza generazione degli emigrati calabresi residenti all’estero con il territorio di origine. L’intento e’ quello di mantenere e rafforzare l’identita’ culturale italiana e la memoria della propria origine e di sviluppare un forte senso di appartenenza che consenta di veicolare presso le rispettive comunita’ di residenza, l’interesse per la conoscenza della Calabria”.

L’avviso prevede, poi, che ogni partecipante provvedera’ all’acquisto del biglietto aereo/treno: la Regione Calabria rimborsera’ il 50% del costo complessivo del viaggio fino a un massimo di 400 euro per tratte continentali e 1.400 euro per tratte intercontinentali, la quota rimanente costituira’ il cofinanziamento richiesto a ciascun partecipante.