Oliverio: su precari Lsu-Lpu non faremo passi indietro

“Non faremo nessun passo indietro fino a quando la problematica degli Lsu-Lpu non sara’ risolta”. Lo ha detto il presidente della Regione, Mario Oliverio, intervenendo all’assemblea dei sindaci organizzata a Lamezia Terme (Catanzaro) dall’Anci Calabria sulla problematica della stabilizzazione dei precari ex Lsu-Lpu. Il governatore ha fatto il punto della vertenza ricordando che “per questi lavoratori sono stati previsti 50 milioni all’anno dal governo nazionale, a cui abbiamo aggiunto 30 milioni dal bilancio regionale. Purtroppo nella Legge di Stabilita’ 2019 che e’ stata licenziata dal governo nazionale, e che abbiamo avuto modo di visionare, non c’e’ il fondo di 50 milioni, c’e’ solo una quota assegnata alla Regione, attraverso il riparto del fondo per l’occupazione, di 21 milioni: quindi mancano all’appello 29 milioni, che devono essere inseriti. Chiediamo quindi – ha spiegato il governatore – che nella Legge di Stabilita’ 2019 sia garantito il fondo di 50 milioni”. Secondo il presidente della Regione “all’aspetto delle risorse bisogna poi aggiungere anche la necessita’ di apportare modifiche normative perche’ un processo di stabilizzazione si deve realizzare in una pluriennalita’, non essendoci le condizioni per farlo tutto in una sola soluzione: l’obiettivo finale, comunque, e’ la stabilizzazione generale entro un triennio”.

Noi – ha aggiunto Oliverio – ci rivolgiamo a tutta la deputazione parlamentare calabrese, affinche’, al di la’ delle colorazioni politiche, tutti i parlamentari calabresi assumano un problema che interessa la Calabria intera riguardando circa 5000 famiglie, e affinche’ possano, in sede di esame e di approvazione della Finanziaria, incidere su questa problematica vitale per il lavoro e per i servizi dei Comuni: confido quindi in un’azione unitaria di tutti i parlamentari calabresi. Sotto questo aspetto, ritengo – ha sostenuto ancora Oliverio – che l’odierna assemblea sia importante perche’ suggella l’assunzione di un impegno comune per risolvere questo problema dei precari, cosi’ come nei confronti con le organizzazioni sindacali ho auspicato unita’ sociale, e penso che ci siano tutte le condizioni per evitare tensioni sociali e risse che alla fine possono essere utilizzate per giustificare mancate risposte”. Nel corso dell’assemblea, il governatore Oliverio ha anche reso noto che entro fine settimana, tra giovedi’ e venerdi’, la Regione avra’ un incontro con il ministero della Funzione pubblica per confrontarsi sull’aspetto normativo della vertenza Lsu-Lpu.