Agricoltura biologica, Furgiuele: un bene per la Calabria

“Oggi è un giorno importante per l’agricoltura biologica e per la Calabria che vanta tanti operatori in quello che può essere definito un settore quantomai strategico per la nostra economia.
Al biologico di eccellenza lavorano infatti con passione e abnegazione tante realtà, molte delle quali giovani, le quali danno vita ad una vera e propria filiera che ci invidiano in tutto il mondo.
Per tale ragione ,il decreto ministeriale che avvia nei fatti l’iter di concessione di risorse pubbliche a iniziative meritevoli e che sappiano dare centralità allo sviluppo dell’agricoltura biologica, si pone all’attenzione degli addetti ai lavori come un provvedimento concreto , ispirato ad una logica meritocratica e teso finalmente ad attuare il piano strategico nazionale di settore.
Subito dopo l’emanazione di questa misura , ho avuto modo di ringraziare vivamente il Sottosegretario di Stato ,l’amico onorevole Manzato, per avere posto, in tempi brevi ,le condizioni necessarie al fine di mettere in circolo risorse preziose inspiegabilmente rimaste bloccate per anni con conseguenze dannose per il comparto biologico.
Il decreto che permetterà di finanziare progetti incentrati sulla ricerca e sulla innovazione in agricoltura ,sarà dunque una grande boccata d’ossigeno per i protagonisti del settore.
Esso inoltre, per quanto concerne la Calabria, recepisce pienamente le esigenze che arrivano dai principali attori del mondo dell’agricoltura biologica illustrate in occasione della recentissima visita del ministro Centinaio.
Si tratta di una opportunità che sono convinto sarà colta con entusiasmo dagli attori di un mondo che ha bisogno di innovazione per mantenersi a livelli altamente competitivi”. Questo é quanto dichiara l’onorevole della Lega Nord, eletto in Calabria, Furgiuele.