SPIFFERI | Paola – Roma: ricominciano i viaggi della “speranza”

Da giorni sono con la valigietta in mano e vanno su e giù dalla Calabria alla Capitale. Sono i “viaggi della speranza” iniziati nuovamente subito dopo il “sentore” di elezioni anticipate e a pochi mesi dalla chiusura delle urne.

Pare non cambierà neanche la legge elettorale, si vorrebbe addirittura improvvisare una sorta di “ballottaggio”, ma per i Nostri questo rimane un dettaglio.

L’occasione è ghiotta per chi non ce l’ha fatta al passato turno, per chi ce l’ha fatta e probabilmente si ritroverà a dover ricominciare daccapo. I

giorni dell’euforia, degli abbracci e dei baci nella molto più seria Aula parlamentare sembrano lontani. C’è da contrattare un posto possibilmente in un listino bloccato, ma male che vada, anche in un uninominale.

Chi arriva primo non ha il rischio di trovare il posto occupato. Il vestito buono, sorrisi, ammiccamenti al leader e aria seria a voler simulare la preoccupazione per “gli interessi della Calabria” da andare a difendere a tutti i costi, in che modo resta ancora da capire, e forse, non lo capiremo mai. Stazione Termini è in arrivo il convoglio da Paola pieno di belle speranze. Tutto il resto può aspettare.

F.G.