“Ognuno vota chi vuole, non siamo in Bulgaria”

La replica del consigliere regionale dopo la pubblicazione di una sua dichiarazione di voto a Casali del Manco

 Ritengo, esimio direttore, che questo screenshot non inguai nessuno. La semplice lettura dello stesso le avrebbe restituito la mia volontà di votare per un candidato del PD (probabilmente Parise, ma non è’ detto che alla fine sarà lui) e di “lasciare piena libertà di voto” a tutti i componenti del gruppo democratici e Progressisti della presila.
Ritengo questo un atteggiamento molto più responsabile rispetto a quello del delatore che riteneva di aver fatto chissà’ quale scoop…
 E’ la campagna elettorale, caro direttore, ed ognuno in un paese democratico è libero di votare il candidato del proprio partito che meglio lo rappresenta… o in Bulgaria questo non è consentito?
Un imbocca al lupo a tutti i candidati ed un arrivederci al 10 sera, quando tornerò dal mio viaggio dall’Aventino e da un piccolo week end a Modica con la mia famiglia.

Giuseppe Giudiceandrea

consigliere regionale Democratici e Progressisti

 


Egregio onorevole Giudiceandrea nessuno mette in discussione la sua libertà di voto; nell’articolo, che lei conferma, si afferma solo che voterà per un candidato di una lista contrapposta a quella decisa dal suo Partito. Saprà anche lei infatti che si è candidati di un partito non per la vecchia militanza ma per la candidatura nella lista “giusta”.

I.T.