Smottamenti elettorali, verso clamorose novità

Siamo nel campo del possibile. Si gioca, l’indiscrezione, nel rettangolo di gioco reso insidiosissimo dagli ultimi “smottamenti”. Se vogliamo poi, il quadro che potrebbe venir fuori, è clamoroso ma fino ad un certo punto se teniamo conto del massiccio spostamento di truppe che è in corso da una parte (ritenuta ormai perdente, desueta) a quella pronosticata vincente. Ma la potenziale notizia c’è tutta e merita di essere restituita. Alcune clamorose adesioni sono in corso di “trattativa” con destinazione Forza Italia. Sì, proprio così. Destinazione l’approdo che soprattutto dopo lo strappo di Gentile è ritenuto, dalle nostre parti, potenzialmente poco contrastabile. E poco contrastabile anche dai vertici preesistenti di Forza Italia che si troverebbero nella complicata situazione di dover motivare a Berlusconi il contrasto interno e il rifiuto a un incremento di voti. Difficilmente il Cavaliere capirebbe, ne siamo certi. E così la spirale “azzurra” pare sia diventata così attraente da finire nel mirino di alcuni pezzi da 90 “dell’altra parte”, ovviamente in linea di disamoramento dal Pd ormai da troppo tempo. Letta e interpretata da qui, l’indiscrezione, potrebbe persino risultare meno clamorosa di quanto la “carta” non dica. Non solo. Se dovessero andare in porto queste7 “trasmigrazioni” renderebbero definitivamente impossibile la prosecuzione della legislatura di Oliverio, che già con i numeri si regge sul filo. Pochi giorni e sapremo. Diventando facili profeti, del resto. La “calza” potrebbe contenere dolci e carbone anche oltre le previsioni…