Cartoline dal treno di Calabria

Foto da conservare e da scartare per Renzi

Il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi

Chissà se Renzi quando il suo viaggio in treno sarà concluso metterà nell’album le foto di Calabria. Le immagini immortalate dei vagoni in Calabria. E se lo farà chissà quali foto metterà e quali scarterà. Magari userà una immagine per ogni contrada e per ogni stazione, così non farà torto a nessuno dei colonnelli sparsi in giro. Magari invece, perchè no, farà una selezione perchè tutte quelle che gli hanno scattato non ci entrano. Oppure chiederà a Lotti quale conviene mettere e quale no, di scatto. Potrebbe chiederli anche a Minniti certi consigli, dovrebbe essere lo stesso ma siamo certi che saprà lui come regolarsi. Cosa scegliere, e cosa scartare. Cosa è conveniente congelare nell’album e cosa no. Belle ragazze e donne in carriera e di partito le salverà di certo. Hai visto mai. Il saldo non è preoccupante in prospettiva e poi le donne sono donne, anche se non tutte per carità. Dopo di che si tratterà di optare per delle scelte, tutti non ci vanno, le foto sono tante e il treno quello è. Lui sa, Renzi, se portarsi in ricordo gli abbracci di Rosarno o di Reggio. Di Ricadi o di Cirò. Di Catanzaro Lido o di Capo Vaticano. Lui sa, e se non lo sa chiederà a chi di competenza, chi conviene rinchiudere nell’album del treno in giro per il Paese. E lui sa, o saprà, se e quale foto scegliere del governatore Oliverio che non lo ha mai mollato ma non è dato sapere se è questo un valore aggiunto per lui in prospettiva o non piuttosto un lavoro in più per l’ufficio grafico che dovrà comporre il depliant. Togliere scatti non è mai semplice. E anche dalle raffigurazioni della religiosità popolare non è detto che si debba asportare tutto nell’album. Ci sono scatti e scatti che oggi sembrano niente e che domani chissà, possono assumere altro significato. È il caso di Renzi alla stazione di Paola, epicentro ferroviario di buona parte della deputazione nazionale e regionale del Pd cosentino. Tanti gli scatti e qualcuno, pochissimi per la verità, circondato da quattro chiacchiere in solitudine. Foto e intimità, un lusso per pochi nella città del santo. Qualcosa ci dice che l’ufficio grafico di Renzi avrà da lavorare lungo il Tirreno. Aggiungere foto non potrà, non è il suo compito. Togliere semmai è il suo mestiere. E caccerà dall’album parecchie foto…