Regione, seduta Consiglio senza Oliverio: approvati tutti gli odg

Il Consiglio regionale ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno della seduta odierna, alla quale e’ assente il governatore Mario Oliverio, all’obbligo di dimora nel suo comune di residenza, San Giovanni in Fiore (Cosenza), per il suo coinvolgimento in un’inchiesta della magistratura. In primo luogo, l’assemblea legislativa calabrese ha dato l’ok a una proposta di legge regionale, di iniziativa della Giunta, in materia di tutela e valorizzazione degli alberi monumentali e della flora autoctona della Calabria (relatore il consigliere Domenico Bevacqua). L’aula, poi, ha approvato la proposta di legge, di iniziativa del consigliere Michele Mirabello, in materia di Distretti turistici regionali (relatore il consigliere regionale Giuseppe Aieta). Mirabello, del Pd, ha osservato come la nuova legge “ribalta le logiche del passato dando ai territori la possibilita’ di organizzarsi attraverso forme di collaborazione tra enti locali e conformi alle esigenze reali del territorio”: il capogruppo della Cdl, Giancluca Gallo, ha espresso parere favorevole al testo, criticando tuttavia “la mancanza di programmazione dimostrata anche nel settore del turismo dalla Giunta Oliverio”. Via libera del Consiglio regionale anche alla proposta di legge, di iniziativa dei consiglieri Franco Sergio e Arturo Bova, in materia di partecipazione dei dirigenti regionali ai lavorio delle Commissioni (relatore il consigliere Sergio): la normativa, che prevede sanzioni per i dirigenti che in modo ingiustificato non partecipano ai lavori delle Commissioni ai quali sono invitati, ha ricevuto l’apprezzamento del consigliere della Cdl, Giuseppe Peda’, secondo il quale “piu’ volte si e’ registrata l’assenza dei dirigenti chiamati a dare un supporto tecnico e cio’ non e’ accettabile per l’obbligo intrinseco dell’espletamento delle mansioni ed anche per dare risposte ai cittadini”. Inoltre, l’assemblea legislativa calabrese ha approvato una proposta di legge regionale, di iniziativa del consigliere Mauro D’Acri, in materia di prodotti agricoli primari di provenienza aziendale da destinare alla vendita (relatore il consigliere Aieta). I lavori del Consiglio regionale proseguono con l’esame di alcuni provvedimenti inseriti all’ordine del giorno a inizio seduta.