Il lavoro che ammala e che non te ne accorgi

Convegno venerdì a Rende, a cura dell'avvocato Giovanni Carlo Tenuta, sui possibili risarcimenti per cause di salute deteriorata sul posto di lavoro

Il lavoro che ammala, il lavoro che consuma la mente e il corpo. Il lavoro che talvolta uccide in modo silente e non traumatico ma proprio per questo con tecniche più pericolose perché difficilmente intercettabili nel tempo. Il lavoro che ti accorgi dopo molti anni quanto male ti ha fatto. Non c’è solo il “non lavoro” tra le “malattie” del nostro tempo ma c’è anche quello mal gestito, psicofisicamente deleterio. Inadatto e inopportuno in relazione alla gestione quotidiana della vita di un uomo. “Lavoro, malattie e tumori dimenticati” è il convegno organizzato per venerdì 15 alle 20,30 presso il best western Villa Fabiano di Rende, organizzato dal Rotary club di Rende di cui è presidente Maurizio Bonofiglio. L’asse tematico del convegno è affidato all’avvocato del foro di Cosenza Giovanni Carlo Tenuta, in assoluto uno dei massimi esperti nazionali in materia di malattie da lavoro (talvolta anche causa di morte) che si manifestano nel tempo e cioè quando difendersi sul campo non è più possibile. Diversi i casi che ha curato nel tempo e i risarcimenti che è riuscito a far ottenere al malato stesso o ai congiunti. Relazionerà anche il dottor Giampiero Chimenti, dirigente dell’Inail.