“La buona sanità non ha bisogno di campanilismo”

Francesca Tolve, Responsabile sanità Federazione Pd Cosenza, interviene sulla diatriba, tutta interna al Pd, sull'ospedale di Paola-Cetraro

La presa di posizione del circolo del Pd di Paola sulla questione della sanità con una aperta polemica al consigliere regionale del Pd Giuseppe Aieta deve essere considerata una inopportuna interferenza sulla più ampia strategia di tutela della sanità del Tirreno cosentino.

L’attacco personalistico, a mezzo stampa, ad un esponente di spicco del partito democratico va respinto sia sul piano formale che sul piano sostanziale.

Correttezza politica avrebbe voluto che il circolo del Pd avviasse un confronto di merito con Aieta, che certamente avrebbe avuto modo di spiegare quali iniziative e quali percorsi ha seguito a difesa del servizio sanitario nel Tirreno cosentino.

In questa fase politica delicata e sopratutto a proposito di una vicenda controversa come la sanità, risulta controproducente il tentativo del circolo del Pd di far prevalere logiche campanilistiche e di alimentare contrapposizioni inevitabili destinate ad acuire lo scontro tra Paola e Cetraro, che potrebbe anche trasformarsi in uno scontro tra il circolo di Cetraro e quello di Paola.

Al fine di evitare un processo politico degenerativo, è opportuno che prevalga il buon senso ed il circolo del Pd di Paola riprenda la via maestra del confronto con il consigliere regionale Giuseppe Aieta attraverso il dialogo che deve restare nell’ambito del partito prima di trasformarsi in una occasione di facili polemiche esterne e di inevitabili strumentalizzazioni.

Nel partito ci sono regole da rispettare, gerarchie e ruoli, per cui è auspicabile che il circolo del Pd di Paola faccia prevalere la visione di squadra sulla scorciatoia di basso profilo campanilistico.

Francesca Tolve
Responsabile sanità Federazione Pd Cosenza