“Anche il fast food può essere di qualità”

L'agrichef Barbieri protagonista nei borghi a Fuscaldo, Vaccarizzo, Firmo e Aprigliano

Street food, sì, ma di qualità ed identitario. Per dire basta alle troppe ricette oicofobiche, nemiche della biodiversità, della tradizione dei luoghi e della storia dei territori e far riscoprire menu che nella proposta territoriale all’ospite restano spesso e paradossalmente inesplorati ed inediti. Così come solo un coppo di alici dei nostri mari, una cornucopia di patate della Sila e peperone roggianese crusco, un piatto di polpette di melanzane o un primo piatto preparato col pescato del giorno, possono esserlo. – Ecco spiegato il successo del format itinerante promosso anche quest’estate dall’esperienza familiare ed imprenditoriale Barbieri di Altomonte, ambasciatrice da oltre 50 anni delle ricette della memoria di questa terra.
A Fuscaldo, con Alici Festival; ad Aprigliano con Calici a Corte e a Vaccarizzo Albanese con lo storico Fish Festival Arbëresh. Ed è in questi borghi che, grazie all’intesa con i Sindaci Giacomo Middea, Alessandro Leonardo Porco e Antonio Pomillo (che nel salotto diffuso di Vakarici ha ospitato anche il Sindaco di Palagiano, in provincia di Taranto, Domiziano Lasigna) con l’Agrichef Enzo insieme a sua moglie Patrizia ed i figli Michele, Laura ed Alessandra si è rinnovato il riuscito esperimento, fatto di sorrisi e prodotti a km0. Sempre più richiesto.
Succede sempre più spesso il brand Barbieri è punto di riferimento dell’identità enogastronomica di qualità e di un messaggio che capovolge totem e tabù: anche il fast food può essere di qualità, con prodotti locali d’eccellenza. Insieme ad un altro: l’agroalimentare di qualità impreziosisce senza se e senza ma la programmazione socio-culturale dei piccoli borghi soprattutto dell’entroterra che diventano destinazioni privilegiate per disintossicarsi da decibel alle stelle, spazi affollati, lunghe e stressanti attese al bar o al ristorante. Insomma, da tutto ciò che è purtroppo e spesso senz’anima per tuffarsi nella autenticità e nell’esperienza di una terra che ha emozioni da vendere.
L’agrichef Enzo Barbieri, che è anche fondatore dell’Istituto Nazionale Assaggiatori Pani (INAP) con sede ad Altomonte e ambasciatore della Calabria Straordinaria, insieme alla sua squadra è stato protagonista anche dell’evento Cerchiara capitale del pane e dell’olio realizzato da Lavinium Srl in collaborazione con la locale amministrazione comunale. A Firmo per Tri Gra Pringjpeha Chiara Comite, la rievocazione storica su tre figure femminili della storia della comunità arbëreshe, Barbieri ha tenuto inoltre un seminario ed ha curato Il pranzo della sposa, riproponendo piatti tipici che, contestualizzati, hanno voluto rappresentare il pranzo nuziale.