CSAIn Calabria firma progetto Danza “Research”, coinvolti tra i più importanti direttori di compagnie italiane ed estere

Ideato dalla responsabile di settore Erika Spaltro. Il presidente Di Tillo: importante per le occasioni di lavoro a vantaggio dei nostri giovani danzatori

Ricerca, sperimentazione, qualità, consapevolezza: saranno questi i punti cardine del Progetto di formazione “RESEARCH” firmato e realizzato da C.S.A.In Calabria.
Il progetto, basato sulla Danza contemporanea, condurrà i danzatori partecipanti in un percorso formativo della durata di 8 mesi, scaglionato con un appuntamento al mese, durante i quali i ballerini avranno la possibilità di seguire lezioni con alcuni dei più importanti artisti nel panorama della Danza contemporanea italiana ed estera, approfondendo con loro le più svariate sfaccettature e interpretazioni di questa forma d’arte.


Il Progetto nasce da un’idea di Erika Spaltro, responsabile regionale del settore danza di C.S.A.In Calabria, subito accolta e fatta propria dal vicepresidente nazionale e presidente regionale C.S.A.In Calabria, Amedeo Di Tillo, che ha immediatamente colto le potenzialità di questa iniziativa e in particolar modo quelle legate agli sbocchi lavorativi per i ballerini formati dai direttori di alcune tra le principali compagnie di Danza in campo nazionale ed europeo. Una visione manageriale dello sport e delle arti sceniche che il presidente Di Tillo porta avanti sin dal suo primo mandato alla guida dell’Ente e che ha sempre cercato di inculcare nei dirigenti di settore dello CSAIn Calabria.
Erika Spaltro ha curato con grande professionalità e dedizione gli eventi e gli step legati alla realizzazione di un progetto che per gli enti di promozione sportiva è un inedito assoluto. Alla base di tutto c’è un’alta qualità dello studio e della formazione ed è questa la ragione alla base della possibilità di costruire opportunità concrete per i giovani talenti calabresi.


Il Progetto nasce con l’intento di dare la possibilità ad artisti e danzatori di approfondire con uno sguardo a 360° gli studi del linguaggio della Danza Contemporanea, informando e permettendo una ricerca (da qui il nome dato al progetto) curiosa e stimolante, sia fisica che mentale. “Research” offre un’esperienza intensa e completa, da stimolo per un miglioramento dal punto di vista tecnico e artistico, ma anche d’aiuto per l’inserimento in ambito lavorativo e professionale attraverso borse di studio nazionali ed internazionali e la possibilità di lavorare con importanti coreografi e di essere selezionati per una serie di Centri Professionali o Compagnie in Italia o all’estero.
Il Progetto si svolgerà nella città di Cosenza e coinvolgerà alcuni tra i massimi esponenti della Danza contemporanea del calibro di Mathilde Gilhet (Danzatrice Luzerner Theater e Fondatrice WE Program – Svizzera), Alessio Barbarossa (Direttore Artistico “Compagnia Barbarossa Danza” – Cagliari) Roberto Altamura (Direttore Artistico “Milano City Ballet” e “Milano Contemporary Ballet”), Simona Fichera (Direttrice Artistica “Identità Contemporanee” – Catania) e Daniela Borghini (Direttrice Artistica “MAS Music, Arts & Show” “e “MAS Company”- Milano).


Erika Spaltro (Direttrice Artistica di “Research”) e il giovane insegnante e coreografo freelance calabrese, Paolo Antonuccio, hanno tracciato le linee guida dell’intero progetto che si concluderà con uno spettacolo finale nel quale i partecipanti avranno l’occasione di danzare coreografie appositamente create per loro, dove verranno utilizzati tutti gli strumenti appresi durante le lezioni. L’intento è quello di verificare e mettere in scena le capacità acquisite durante l’intero percorso formativo.
Nel corso della serata finale, verranno consegnati gli attestati di partecipazione e saranno assegnate borse di studio ed eventuali contratti di lavoro.