Turismo, chiusa la Borsa Mediterranea a Napoli, Calabria in vetrina

Si e’ conclusa l’edizione 2019 della Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli, kermesse di notevole rilievo nel panorama fieristico nazionale cui ha partecipato anche quest’anno la Regione Calabria con il suo Dipartimento Turismo. La Campania, con oltre il 22% di presenze rispetto al numero di presenze complessive registrate nel 2018, e’ il primo mercato, in termini assoluti, per la nostra regione: lo scorso anno sono state 2.070.000 le presenze di turisti provenienti dalla Campania su un totale complessivo di circa 9.200.000 presenze. “La partecipazione della Calabria alla Borsa Mediterranea del Turismo di Napoli appena conclusa segna ancora un successo. Una importante vetrina – afferma il presidente Mario Oliverio – quella della Mostra d’Oltremare, che ha permesso, ancora una volta, come per gli altri qualificati appuntamenti fieristici in Italia e all’estero, di presentare l’offerta turistica e di accoglienza di una regione che sta facendosi conoscere sempre piu’ nella sua totalita’, nel suo insieme variegato e multiforme che riguarda luoghi e culture in senso ampio. Una meta raggiunta- segnala ancor a- anche per il nostro impegno nel sostenere le occasioni di incontro nei mercati piu’ importanti, di confronto con operatori, e soprattutto di divulgazione di preziose conoscenze che, rispondendo alla visione strategica che abbiamo voluto impostare per il settore, riguardano territori, comunita’, storia, cultura identita’, declinati al plurale, come lo e’ questa terra mediterranea”.
“Come noto – richiama il presidente della Regione – il turismo, negli ultimi anni, e’ cambiato, si e’ trasformato: non c’e’ piu’ la domanda che si concentra in un periodo dell’anno, sebbene luglio e agosto abbiano preminenza, ma di turismo anche breve, esperenziale, che guarda a componenti diverse quali quella naturalistica, religiosa, sportiva, culturale, enogastronomica, di contatto con le popolazioni locali, anche per il tramite di eventi, manifestazioni. Forte e’ la tendenza a questa diversificazione; altrettanto forte – conclude Oliverio- il nostro lavoro per intercettare questa domanda, e contemporaneamente sostenere la qualificazione dell’offerta, programmando la destinazione di risorse rilevanti e preparando strumenti quali il nuovo Piano di Sviluppo Turistico Sostenibile, proprio di recente presentato al Partenariato, che nelle azioni per sostenere e promuovere il turismo calabrese ha alla base l’integrazione delle risorse territoriali, la volonta’ di valorizzare le potenzialita’ dell’intera regione”. Riguardo alla partecipazione alla Borsa, giornata intensa, quella di sabato, allo stand calabrese di scena alla Mostra d’Oltremare di Napoli.