A Gratteri la ‘Melagrana d’argento 2024’ della Bcc Mediocrati

Riconoscimento assegnato per 'l'alto valore del suo impegno'

Il Consiglio di amministrazione della Bcc Mediorati, al termine dell’assemblea dei soci, ha assegnato il premio “La Melagrana d’Argento 2024” al procuratore di Napoli Nicola Gratteri.
Il riconoscimento è destinato “a chi opera a vantaggio della crescita collettiva, assicurando il proprio contributo alla costruzione di una rete invisibile fatta di conoscenza, relazioni, servizi e opportunità che costituiscono la base della coesione sociale di ogni territorio”.
La denominazione “Melagrana d’Argento”, è scritto in una nota, accomuna il simbolo del Credito cooperativo alla metafora dei grani che, insieme, sono un unico frutto, ricco di colore e di succo.Gratteri – è scritto nella motivazione, letta dal presidente della banca Nicola Paldino – è impegnato da decenni nella lotta senza quartiere alla ‘ndrangheta e alla criminalità organizzata. Calabrese di Gerace, ha fatto della sua professione una scelta di vita che offre a tutti i calabresi nel mondo come esempio di rettitudine ed onestà. Ha viaggiato molto, in Italia e all’estero, senza sosta, pur di far trionfare la giustizia.
Autore di numerose pubblicazioni, è brillantemente e instancabilmente impegnato anche nel campo della comunicazione e divulgazione. Tantissimi giovani e meno giovani ne seguono le riflessioni, leggendone i libri, ascoltandone le conferenze, seguendolo nelle interviste televisive”.
“Con il ringraziamento dei tantissimi calabresi onesti – prosegue la motivazione – assegniamo la Melagrana d’Argento al dott. Gratteri per l’alto valore del suo impegno e per il profondo significato che il suo esempio comunica alle giovani generazioni di calabresi che, in lui, vedono un modello in carne ed ossa di moralità, preparazione, incorruttibilità. Il suo impegno nella diffusione di un modello positivo è diventato un encomiabile esempio da indicare all’Italia e al Mondo della testardaggine calabrese”.