«I Contratti di Fiume una Risorsa per l’Italia». Sergio Mazzuca premia le Donne dell’Acqua del TNCdF

Il XII Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume si aprirà a Napoli il 18 e 19 dicembre in collaborazione con Regione Campania e con il patrocinio di WWAP UNESCO, Ministero dell’Ambiente, Ministero dell’Agricoltura e ISPRA, con il contributo organizzativo di Alta Scuola, Coord. A21 Locali, INU e ANCI.
Quello che si terrà a Napoli è il primo incontro del Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume che viene organizzato al sud d’Italia a conferma della grande diffusione che questo strumento sta avendo anche in questa parte del Paese. Importanti rappresentanze della Calabria presente al Tavolo del Sud: Salvatore Siviglia, il Dirigente Generale del Dipartimento Territorio e Tutela dell’Ambiente della Regione Calabria che il 27 novembre scorso ha organizzato l’Assemblea Regionale dei Contratti Fiume, di lago e di costa della Calabria presso la Cittadella Regionale; l’Ing. Maria De Filpo dell’Ufficio del Commissario di Governo per il Contrasto del Dissesto Idrogeologico della Regione Calabria; Francesco Macrì, Presidente Copagri Calabria, Pietro Tarasi per Codiretti Calabria, il Sindaco del Comune di Castrolibero, Orlandino Greco e Ferdinando Verardi dell’Università telematica Pegaso aderenti al Contratto di Fiume Crati. A partire dal mese di giugno fino al mese di novembre del 2023 si sono tenute le Assemblee promosse dal TNCdF per contribuire con proposte alla costruzione di una visione d’insieme a livello nazionale che possa essere rappresentata in un “Documento di Posizione e Proposta” da discutere durante XII incontro nazionale del Tavolo al fine di dare sempre maggior concretezza a una gestione più condivisa di fiumi, laghi e coste e uscire dalla cultura dell’emergenza.
Il 19 mattina, nell’ambito dei lavori del XII Tavolo Nazionale, si svolgerà la cerimonia di conferimento del “Premio Donna dell’Acqua 2023” del TNCdF. A ricevere il premio creato dai maestri orafi del gioielliere Sergio Mazzuca della Scintille Montesanto di Cosenza, tre “Donne dell’Acqua” che si sono distinte per il loro impegno nel settore idrico, del dissesto idrogeologico, sicurezza, bonifica, agricoltura, inclusione sociale e politiche di genere anche a livello internazionale. La Campagna nazionale delle Donne dell’Acqua del Tavolo Nazionale, coordinata dall’Avv. Paola Rizzuto sta raccogliendo grandi consensi in Italia per cui in sinergia con la Scintille Montesanto di Cosenza, azienda da sempre impegnata nel sociale, sensibile alle tematiche dell’acqua e di sostegno alle donne, si è inteso ideare e realizzare un premio dedicato con l’obiettivo di incentivare e sostenere personalità femminili di spicco che con intuito e coraggio si sono distinte per essere le promotrici di iniziative importanti nel settore idrico, della sicurezza idraulica e dissesto idrogeologico, dell’agricoltura dell’inclusione sociale e delle politiche di genere a livello internazionale. Donne che si sono distinte nell’ ultimo decennio per aver contribuito a spingere la presenza femminile in campo ambientale con particolare riferimento alla gestione dell’acqua e dei fiumi contribuendo al superamento del gender gap, donne che hanno partecipato attivamente con contributi personali ai lavori del Tavolo Nazionale e della Campagna delle Donne dell’Acqua del TNCdF. L’Avv. Rizzuto dichiara «sono veramente orgogliosa che una importante rappresentanza della Calabria abbia inteso raggiungere la Comunità dei Contratti di Fiumi a Napoli per fare il punto sui risultati raggiunti, le sfide da affrontare nel futuro e per definire le proposte concrete da presentare al governo nazionale e alle altre regioni italiane con cui fare squadra e aprire un momento di scambio. E come Coordinatrice nazionale delle Donne dell’Acqua del TNCdF grata alla mia terra perché è un calabrese, Sergio Mazzuca ad aver creato in esclusiva il bellissimo Premio Donna dell’Acqua 2023 che è alla sua prima edizione che valorizza l’azione delle donne nella gestione e risoluzione dei conflitti legati all’acqua». La Commissione del Tavolo Nazionale Contratti di Fiume per l’assegnazione del Premio Donne dell’Acqua 2023 composta da Daniela Luise, Endro Martini, Paola Rizzuto, Silvia Serrelli, Maurizio Ventavoli (tutti membri del Comitato di Pilotaggio del Tavolo Nazionale) per l’edizione 2023, ha stabilito all’unanimità tre donne davvero speciali a cui attribuire il Premio del Tavolo Nazionale Contratti di Fiume “Donne dell’Acqua 2023”: Michela Miletto, Direttrice del World Water Assessment Programme (WWAP) dell’Unesco, Vera Corbelli, Segretario Generale dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Meridionale Anna Maria Martuccelli, Avvocato e già Direttore Generale dell’Associazione Nazionale delle Bonifiche (ANBI). Riceveranno, altresì, una pergamena ricordo come attestato di benemerenza le iniziative che in Italia hanno sostenuto la Campagna Nazionale Donne dell’Acqua.