“Pasolini “cattivo” maestro. L’educazione per difendersi dal potere”

Seminario l'11 novembre promosso da atenei italiani e stranieri, coordinati dall’Università della Calabria

“Pasolini “cattivo” maestro. L’educazione per difendersi dal potere”. È questo il titolo del seminario che si svolgerà in modalità webinar venerdì 11 novembre 2022 dalle ore 9.30 alle ore 13.00. L’evento potrà essere seguito sulla piattaforma zoom al link shorturl.at/jltWY. A portare i saluti di apertura saranno Roberto Guarasci, direttore del Dipartimento Culture Educazione e Società, e Gianluigi Greco, direttore del Dipartimento Matematica e Informatica. La relazione introduttiva “Pasolini: Pedagogia e profezia per capire il potere” sarà tenuta da Mario Caligiuri, promotore dell’evento e coordinatore del corso di laurea in Scienze dell’Educazione e Scienze Pedagogiche dell’Università della Calabria. Seguiranno gli interventi del poeta Franco Arminio “La poesia è dei santi e delle bestie”, Roberto Carnero (Università “Alma Mater” di Bologna) “Pier Paolo Pasolini e i giovani: l’estrema pedagogia di un maestro mai rassegnato”, Monica Lanzillotta (Università della Calabria) “La biblioteca pedagogica di Pasolini”, Maura Locantore (Université de Poitiers) ““L’oltre-uomo” di Pier Pasolini: dalla pedagogia alla critica, dallo scandalo al rifiuto”, Alessandra Mazzini (Università di Bergamo) “Il Sessantotto pedagogico di Pier Paolo Paolini, tra educazione e formazione, regressione ed emancipazione”, Paolo Mottana (Università di Milano Bicocca) “Pasolini antimaestro”, Silvia Nanni (Università dell’Aquila) “La pedagogia in Pasolini “corsaro””, dello scrittore Francesco Vilotta “Pasolini maestro e il viaggio nel difficile Sud”, di Alessandro Mariani (Università di Firenze) “Pasolini e gli “abissi” della pedagogia: un’attuale e poliforma eredità”.
L’evento è organizzato dal Dipartimento di Culture, Educazione e Società e dal Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università della Calabria in collaborazione con l’Università “Alma Mater” di Bologna, l’Università di Firenze, l’Università di Milano Bicocca, l’Università di Bergamo, l’Università dell’Aquila, l’Université de Poitiers, con il contributo della Fondazione “Italia Domani” e di Radio Radicale che seguirà l’evento. Il Seminario ha ottenuto anche il patrocinio del “Comitato Nazionale per il centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini” e del Centro Studi “Pier Paolo Pasolini” di Casarza della Delizia. “Pier Paolo Pasolini è stato un intellettuale che ha cercato di capire e anticipare le trasformazioni della società italiana del dopoguerra. Oggi la lezione è particolarmente attuale per chi come gli insegnanti che nelle scuole e nelle università sono chiamati a comprendere e ridurre la complessitá della società contemporanea” ha dichiarato Mario Caligiuri, promotore del convegno.