Pressione bassa, caldo campanello d’allarme?

Alla farmacia La Rosa uno staff di professionisti pronto ad individuare le cause e suggerire i migliori percorsi da intraprendere

La massima al di sotto dei 90 e la minima inferiore ai 60. Chi soffre di ipotensione, meglio nota come pressione bassa, fenomeno piuttosto diffuso, caratterizzato da valori pressori inferiori alla norma, sa bene che con il caldo si è costretti a convivere con il balletto continuo di questi valori. Ma a volte può essere segnale di una problematica diversa dalla normale predisposizione. Che suoni o meno il campanello d’allarme e quindi anche in assenza di sintomi, la farmacia resta un punto di riferimento importante per la prevenzione. La cultura della salute è una cosa seria e allo stesso tempo semplice, come misurarsi la pressione.
Individuare le cause e suggerire i percorsi da intraprendere. Resta, questa, la mission sociale l’equipe di professionisti della storica Farmacia La Rosa, in piazza Europa 10 a Cosenza continua a rinnovare quotidianamente da 120 anni, confermandosi presidio sanitario a cui rivolgersi per tutte le esigenze.
Tra i fattori determinanti, oltre alla predisposizione e all’ereditarietà, possono essere causa di abbassamento improvviso della pressione, il ciclo mestruale e la fase che lo precede, la gravidanza, la disidratazione e la cattiva abitudine di bere poco, l’utilizzo di diuretici, la carenza di vitamine, le reazioni allergiche o ai farmaci, l’anemia e carenza di vitamina B12, le emorragie, le patologie come il diabete ed il caldo, che provoca la dilatazione dei vasi, abbassando di conseguenza la pressione.
I sintomi più frequenti possono variare dai giramenti di testa che si verificano subito dopo essersi alzati di scatto da posizione sdraiata o seduta o a seguito di un’attività sportiva intensa; alla spossatezza; dalle vertigini, al mal di testa, dalla sonnolenza, alla nausea, dall’annebbiamento della vista, ai sudori freddi passando dagli svenimenti. Una dieta non equilibrata può peggiorare la sintomatologia.
A differenza della pressione alta o ipertensione, la pressione bassa non è considerata una condizione preoccupante e pericolosa per il cuore ed il sistema circolatorio, ma può causare diversi fastidi che possono richiedere l’assunzione di integratori.
Aumentare l’apporto di acqua e sali minerali, come magnesio e potassio, incrementare l’attività fisica che stimola la circolazione, bere caffè e tè e mangiare cacao e liquirizia può favorire a normalizzare la pressione.