Legami politica-‘ndrangheta a Rende, tutti assolti gli imputati di “Sistema Rende” I NOMI

Tutti assolti anche in secondo grado. La Corte d’appello di Catanzaro ha confermato la sentenza del tribunale di Cosenza che li aveva assolti nel processo dell’inchiesta Sistema Rende, avviata il 23 marzo 2016. Tra gli assolti ci sono Sandro Principe (difeso dagli avvocati Franco Sammarco, Paolo Sammarco e Anna Spada), Umberto Bernaudo (difeso dall’avvocato Francesco Calabrò), Pietro Paolo Ruffolo (difeso dagli avvocati Franz Caruso e Francesco Tenuta) e Giuseppe Gagliardi (difeso dall’avvocato Marco Amantea). L’inchiesta “Sistema Rende”, condotta dall’allora sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni, ora procuratore a Santa Maria Capua Vetere, riguardava presunti legami tra alcuni politici e membri del clan Lanzino Ruà. In primo grado, il pm aveva richiesto pene severe per gli imputati, ma il tribunale di Cosenza li aveva assolti alla fine di maggio 2022. Oggi, la Corte d’appello di Catanzaro ha confermato l’assoluzione, riservandosi di depositare le motivazioni entro 90 giorni.