Francesco Amato commissario dell’Asl più grande d’Italia

L'ex direttore sanitario dell'Annunziata e attuale direttore di 2 dipartimenti (Oncologia e ad interim Emergenza) nominato dal presidente della Regione Lazio alla guida dell'azienda sanitaria Roma 2

Un nome forte e prestigioso della sanità di Calabria alla guida commissariale dell’azienda sanitaria locale più grande d’Italia. Della serie, a volte accade che i conterranei si fanno sentire e alla grande in materia di camici bianchi nei posti dirigenziali del Paese.
È andata così per Francesco Amato, direttamente dalla regnanza dell’Annunziata di Cosenza alla guida commissariale dell’azienda sanitaria locale più grande (e complessa) d’Italia, l’Asl Roma 2.
È stato direttamente il presidente della Regione Lazio Rocca a nominarlo, entrerà nelle sue funzioni dal 《29 marzo e fino a nomina del nuovo direttore generale》, indica il decreto.
Francesco Amato è stato direttore sanitario dell’Annunziata di Cosenza fino a metà ottobre. Attualmente e fino al 29 marzo (giorno in cui entrerà in aspettativa rispetto alle funzioni dell’Annunziata) è direttore del dipartimento Oncologia e ad interim anche direttore del dipartimento Emergenza urgenza dell’ospedale hub cosentino.
Di spessore e prestigioso il suo curriculum. Già consulente tra l’altro per la Regione Lazio, consulente di Agenas e componente il tavolo tecnico ministeriale per la ricerca genomica. Già presidente del gruppo tecnico Terapia del dolore per conto del ministero e componente l’Osservatorio regionale per la formazione medica specialistica.
Un clinico di esperienza e di assoluto livello, il medico cosentino, che ha scalato posizioni dirigenziali fino a guidare da fine mese (da commissario) l’azienda sanitaria locale più grande d’Italia.

I.T.