Droga nel carcere di Paola, era nascosta in celle e sale comuni

Un’operazione volta alla repressione e prevenzione di introduzione di sostanze stupefacenti all’interno dell’istituto penitenziario di Paola.
L’attività – come comunica il segretario regionale del Sinappe Calabria Fabio Viglianti – è stata eseguita da personale del Servizio Cinofili Antidroga della Polizia Penitenziaria che, insieme ad altro Personale in servizio, dopo attenti e scrupolosi controlli ha rinvenuto la droga. La sostanza stupefacente era ben occultata all’interno di una saletta ad uso comune dei detenuti e presso una camera detentiva dell’Istituto.